PNRR e Pubblica Amministrazione: si amplia l’uso di modalità più rapide per il conferimento di incarichi professionali

Nuove modalità per il conferimento di incarichi professionali da parte della pubblica amministrazione.

La norma, inserita nel decreto legge n. 36 del 2022, (art. 10, commi 3 e 4), attualmente in esame in Senato, consente alle regioni, alle province, alle città metropolitane, ai comuni, agli altri enti locali e agli enti collegati alle regioni, di avvalersi di procedure “semplificate”, già previste per l’attuazione del PNRR, per il conferimento di incarichi professionali, anche nelle selezioni già in itinere.

Si consente quindi l’uso di queste modalità anche in via più ampia, al di fuori del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, cioè per il generale rafforzamento della capacità amministrativa dei soggetti pubblici.

Grazie al decreto legge n. 80/2021, professionisti ed esperti possono iscriversi al portale www.inPA.gov.it, il nuovo portale per il reclutamento nella Pubblica Amministrazione che ospita la mappa delle opportunità di lavoro nella PA e permette di candidarsi con un clic sia agli avvisi legati ai progetti del Piano nazionale di ripresa e resilienza, sia ai concorsi pubblici ordinari, che sono stati completamente digitalizzati e velocizzati.

Oggi i professionisti non iscritti ad albi, ordini o collegi, all’atto di registrazione al portale, possono inserire nell’apposita sezione del proprio CV – “Titoli di studio, abilitazioni professionali, attestazioni e certificazioni (legge 4/2013)” – le informazioni relative all’attestazione di qualità e qualificazione dei servizi rilasciata dall’associazione a cui è iscritto oppure alla certificazione di conformità alla norma tecnica UNI di riferimento per la propria figura professionale rilasciata da un Ente a ciò accreditato. 

Tutte le persone fisiche che non rientrano nella definizione di professionista iscritto ad Albi, ordini o collegi o che non sono in possesso di attestazione dell’associazione o certificazione di conformità ad una norma UNI ai sensi della legge 4/2013, se hanno un’esperienza professionale documentabile e comprovata di almeno cinque anni, possono iscriversi in qualità di “esperti” da selezionare per il conferimento degli incarichi di collaborazione.

La banca dati del portale organizza i candidati incrociando i dati relativi ai fabbisogni nelle PA, i profili del personale pubblico e le loro competenze. Attraverso la pubblicazione di un avviso per la selezione, ogni pubblica amministrazione ha quindi ora la possibilità di attingere da un utile elenco nazionale di professionisti ed esperti per il conferimento degli incarichi professionali.

Il 10 novembre 2021 è stato inoltre appositamente firmato da Confcommercio e Confcommercio Professioni un protocollo d’intesa con il ministro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, in rappresentanza dei professionisti del sistema Confcommercio. Il protocollo è volto a promuovere la loro iscrizione al Portale inPA e a creare le condizioni per un’informazione adeguata delle opportunità presenti del portale ma anche del quadro delle competenze dei professionisti che dovranno lavorare con la Pubblica Amministrazione.

In base alla nuova normativa, ci auguriamo di estendere il contenuto del Protocollo d’intesa anche oltre le procedure connesse alla realizzazione dei progetti del Pnrr, in modo da coinvolgere il maggior numero possibile di professionalità e alte specializzazioni in tutte le selezioni per il conferimento di incarichi professionali. Ciò consentirebbe il rafforzamento della capacità amministrativa di diverse pubbliche amministrazioni nazionali e locali.

Cerca