Allarme ABICONF: “Siamo tra le categorie più esposte al Covid”

Abiconf–Amministratori Beni Immobili Confcommercio, associazione aderente a Confcommercio Professioni, chiede che nell’organizzazione del piano strategico per la vaccinazione anti-COVID-19 siano tenute in conto anche le esigenze della categoria professionale, tra quelle maggiormente esposte.

“Gli Amministratori di Condominio professionisti svolgono un’attività che inevitabilmente li porta a contatto con più persone e li espone più di altri al rischio di contrarre il COVID e di trasmetterlo a collaboratori, familiari e conviventi” sostiene Andrea Tolomelli, Presidente nazionale Abiconf. “Come categoria, svolgiamo un importantissimo ruolo per il regolare funzionamento di servizi essenziali nell’ambito degli stabili in condominio che rischiano di bloccarsi ove noi ci dovessimo ammalare. Nel caso i disagi ed i danni per i nostri amministrati potrebbero essere enormi”.

È da oltre un anno che anche a causa della pandemia gli amministratori di condominio incontrano ostacoli nello svolgimento dell’attività ordinaria indispensabile per il corretto funzionamento del Condominio.

“Pur essendo un’importante risorsa ottenuta grazie alle nostre richieste, le assemblee condominiali on line sono osteggiate da chi esprime dissensi, ricerca criticità e cavilli d’impugnazione invece di vederle come una necessaria precauzione collettiva, più per paura verso lo strumento che per motivi oggettivi” conclude Tolomelli. “Ricordo, infine, che gli amministratori di condominio sono i professionisti più coinvolti nella gestione del super bonus 110 per cento ed i nostri onorari non sono oggetto di detrazione a differenza di altri che svolgono compiti importanti ma più circoscritti e per cui, senza il coordinamento dell’amministratore, gli stessi interventi agevolabili potrebbero non prendere corpo”.

Cerca