Covid19, Aifos: fatturati in via di ripresa per formatori e consulenti in salute e sicurezza sul lavoro

Da un sondaggio realizzato da Aifos emerge che un operatore su quattro ha chiuso il 2020 con un calo di fatturato tra il 30% e il 50%, ma sono in incremento quanti si dicono in grado di aumentarlo.

Nell’ambito del monitoraggio che Confcommercio Professioni sta facendo sull’impatto della pandemia e della conseguente crisi sui diversi settori professionali, è stato condotto da AiFOS un sondaggio condotto tra l’11 e il 21 maggio scorso tra i propri associati professionisti formatori e consulenti nel campo della salute e sicurezza sul lavoro.

I risultati danno conto di un generale miglioramento, anche se restano alcune cifre preoccupanti. È poco meno del 20%, insieme a circa il 9% dei consulenti, a denunciare un vero crollo del fatturato, più che dimezzato rispetto al 2019. Va detto però che, in una precedente rilevazione condotta nel novembre dello scorso anno, le percentuali erano rispettivamente del 28 e del 16%.

Di contro, sono in aumento quanti si dicono in grado di mantenersi in linea di galleggiamento o addirittura di aumentare il fatturato, passati dal 15% al 26% nel campo della formazione e dal 31% al 37,5% in quello della consulenza. Ma in generale va sottolineato che restano molti gli intervistati che dichiarano un sensibile calo dei ricavi, soprattutto nell’ambito della formazione, dove oltre il 25% dei liberi professionisti ha chiuso il 2020 con un calo di fatturato compreso tra il 30% e il 50%.

“Nell’annus horribilis 2020 so di molte aziende e professionisti – commenta e il presidente di Aifos, Rocco Vitale – che hanno agito anche a prescindere dal tornaconto economico. I nostri associati sono stati tra i primi ad essere chiamati in causa per rispondere alle esigenze delle organizzazioni in questa terribile emergenza sanitaria. Il lavoro fatto è stato molto, e lo shock test servirà senza dubbio per il futuro: basti pensare a webinar e videoconferenze che solo dodici mesi fa praticamente non conoscevamo e che oggi sono uno strumento di lavoro quotidiano per tutti noi”.

Per saperne di più sull’indagine

Scarica l’Indagine AiFOS sulla perdita di fatturato anno 2020.

Cerca